In Ontario il veganesimo diventa un diritto riconosciuto dalla Commissione dei diritti umani

Allevamento intensivo

Allevamento intensivo

Grande vittoria di civiltà in Ontario (Canada) per i diritti di coloro che hanno deciso di seguire una dieta a base vegetale, per chi ama profondamente gli animali e pensa  che debbano essere tutelati e rispettati ed è quindi diventato vegan per motivi etici.

La Commissione per i diritti umani dell’Ontario ha stabilito che il veganismo è un diritto umano che deve essere legalmente protetto dalla discriminazione in base al diritto simile a come le credenze religiose sono protette.

La definizione di “credo” nel Codice dei Diritti Umani è stato modificato per includere il veganismo etico.

Il codice dei diritti umani dell’Ontario protegge le persone dalla discriminazione sulla base di caratteristiche come la razza, l’età, l’identità di genere, e il sesso in situazioni come la fornitura di servizi, alloggi, e l’occupazione.

Una delle domande chiave prese in considerazione dalla Commissione era se “credo” doveva essere ampliato per includere sistemi di credenze secolari, morali o etiche che non sono di natura religiosa. Se lo scopo della legge sui diritti umani è quello di proteggere la dignità umana, allora perché non dovrebbe la legge protegge importanti convinzioni laiche insieme a quelle religiose?

La Commissione ha così deciso che “credo” non si limita alla religione:

“Credo può anche includere sistemi di credenze non-religiose che, come la religione, influenzano sostanzialmente l’identità, la visione del mondo e modo di vivere delle persone.”

Ciò include un sistema di credenze che cerca di evitare di causare danni agli animali, come il veganismo etico.

Allora, che cosa significa tutto questo? La politica della Commissione è stata progettata per fornire una guida ai datori di lavoro, fornitori di alloggi, e altri fornitori di servizi su come possono rispettare i diritti umani e accogliere le persone che hanno i requisiti in base al loro credo.

Con la nuova legge, i fornitori di servizi come scuole, ospedali e datori di lavoro non potranno più discriminare un individuo o le loro richieste. Ciò significa che gli ospedali dovranno fornire pasti vegani su richiesta,  gli studenti non potranno essere costretti a sezionare animali e i datori di lavoro dovranno accogliere comunque un lavoratore che si rifiuta di indossare divise con componenti animali, come  scarpe e cinture in pelle o inserti di pelliccia.

“Il riconoscimento di veganesimo come una forma di credo è un importante precedente e una dichiarazione chiara che i vegani e le loro credenze meritano rispetto”, dice il direttore di Animal Justice  Camille Labchuk.

Quando in Italia?

Fonte: http://veganvirals.com/ontario-officials-rule-veganism-human-right-legally-protected-discrimination/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *